Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento del sito ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Negando il consenso potrebbero non visualizzarsi alcuni contenuti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

News

Sciopero dei giornalisti.Io sono con loro

  Oggi i giornalisti molisani sono in sciopero e queste poche parole devono farci riflettere sulla gravità di quanto sta accadendo nella nostra regione. Proprio i giornalisti, che quotidianamente danno voce a quanto accade in Molise non possono restare senza voce e inascoltati dalle Istituzioni che troppe volte giovano del loro servizio e nulla fanno per tutelare una categoria di lavoratori dove il precariato ed lo scarso pagamento sono purtroppo la norma.

Inutile nascondersi dietro un dito, tutti conoscono le condizioni in cui sono costretti a lavorare i giornalisti molisani, senza alcuna tutela, senza alcuna garanzia. Le imprese editrici devono essere aiutate soprattutto in questo momento dove, alla presenza di una informazione-social incontrollata ed incontrollabile, vi è sempre più bisogno di una presenza giornalistica professionale.

Io personalmente ho avuto modo in questi cinque anni di amministrazione di essere accanto ai giornalisti ogni giorno, infaticabilli, nelle emergenze sotto la neve o sotto il sole cocente, con il terremoto e negli interminabili consigli comunali, sempre disposti al dialogo e a comprendere la realtà che ci circonda.

Porgo un augurio a tutta la categoria dei giornalisti molisani affinché le cause che hanno dato inizio allo sciopero possano essere eliminate immediatamente.  

I candidati del disastro

 “Non si rischia assolutamente il crack finanziario o, come gridato allarmisticamente dal candidato Di Michele, addirittura il commissariamento del Comune. Come ben sanno i cittadini e hanno avuto modo di verificarlo in ogni ambito in cui abbiamo lavorato e migliorato la città, lo abbiamo fatto anche dal punto di vista delle finanze. Dal rendiconto della gestione 2018 emerge un risultato di amministrazione di 28 milioni 519mila e 106,35 euro”.

C'é a chi piace disegnare scenari disastrosi forse perchè crede che così, con il solito meccanismo della paura, prenderà più voti. Noi siamo diversi, a noi piace la verità e il bilancio del Comune è un documento pubblico al quale ha attinto anche la candidata Marcella Stumpo arrivando alla conclusione che i conti sono in ordine.

Caro Roberti, prova a gioca un'altra carta ma, ti preannuncio, perderai anche con quella ;)

#IlCoraggiodiFare